My videos, images, musics and others, that can be seen and freely downloaded by anybody from this web-site, may be considered "alternative"mainly because nobody has to pay to get them. I won't say anything about my own idea of video-art, images or art itself, because I hope my works are able to give enough informations about it. No explanations are needed.. Each video you can see in this web-site is part of a longer video I have produced and converted into MPEG2 for DVD. I only want to do one general statement: I use internet comunication because I believe that it has become a comunication instrument just as independent as cinema, TV or visual arts. My name is Virginio Sparavigna. I live in Italy.

sparavigna-video-graphic.com
alternative comunication
free video art
yoga video

sparavigna-video-graphic video page
Il ritorno scorre nelle membra, le anticipa, precorre la vita, accumula. I desideri brillano trasparenti e leggeri. il vento li attraversa, li bacia. L’aria è la stanza dell’amare. L’incontro divenne necessario. L’aria giunse, condusse. L’acqua estese i fremiti, le mani esplorarono, terra dopo terra, appoggiate sulla pelle. La decisione apparve nello sciogliersi della visione. Il tuo sorriso aderisce agli alberi affollati nel canale, spinti lungo la salita, condotti dall’impeto della bufera. J fiori dissolvono le luci, un volto fiorito bacia gli animali della prateria. I gesti sono la fonte del vento. I presagi restano attivi anche se assorbiti dal brusio dei corpi evanescenti. Rifiuto d’incontrarti e ti amo. Nel calore dell’abbraccio i fiori erompono, crateri impulsivi affollati di richiami. La natura si accumula nella salsedine. Cristalli di terre rotolano lungo la spiaggia. Le siepi si aggrappano agli alberi, il sole è l’albero, inesistente nel frastuono. La tenacia di un sogno d’amore sazia il vento. Il contatto è privo di sensibilità. Le labbra mormorano lontano dal sogno e dalla veglia. L’abbraccio è intenso ma privo di calore. Le emozioni vivono, nutrono. L’ignoto pulsa nel cuore. il corpo del cuore è una traccia invisibile, snodo di vapori in una prateria popolata da pianeti. Il cuore cresce, occupa l’intero cielo, l’entusiasmo annulla i pianeti, le pulsazioni ruotano nell’inudibile, la genesi tace, come del resto tacque. Allora ti bacio, ancor più tu mi baci e anche loro si uniscono, gli oceani si bagnano nell’orgia terrena, è la vita, apprendono, a poter brillare senza luce. Sono il tuo lago intriso di carne sognante, sono silenzioso e immobile perché mi sono onestamente venduto. La terra ride e gode, l’immersione saluta, mangia, tracima. Con la bocca ricolma di terra mi guardo nel ventre, mi annusi nel ventre, trattengo il tuo peso, sostieni il mio volere, il terreno cede, cede ogni giorno, da sempre, allontana il tempo, precipita gli oceani, osserva il tuo amore.