Dove sei?

Download RABBITUna lettera inopportuna altera,

nasconde,

attenzioni serie,

mal retribuite.

Sono finiti i soldi, che non sono materia poetica.

Il tradimento si è consumato in silenzio.

Ora sono tutti silenziosi,

immersi un uno strano pomeriggio assolato,

così assolato da intorpidire la percezione.

I primi a mollare furono proprio quelli che

si erano preparati per essere i migliori.

Pensavano che si trattassa di un gioco e,invece,

giorno dopo giorno,

si riducevano in schiavitù,

obbedienti e servizievoli.

Non si erano accorti nemmeno degli innumerevoli compromessi

cui venivano costretti, li annusavano come fossero parte di

un gioco che non li riguardasse.

Erano compromessi semplici che la loro mente colta e raffinata

non riteneva mai essere abbastanza importanti.

E ubbidivano e accettavano in attesa del grande momento;

cedevano pezzetti del loro territorio uno dopo l'altro.

Il bello era che non si era ancora annunciato a loro,

in modo preciso e ineluttabile,

l'uomo cattivo, quello che non ride mai,

quello che ti distrugge con la forza degli occhi.

Ma prima o poi quell'uomo sarebbe arrivato.

E avrebbe già trovato una insperata messe di schiavi-conigli.

 

 

Back to single images

Back to scritti